San Defendente di Cervasca: alunni campioni di sport, anche a distanza!

Gli alunni di quarta e quinta della scuola primaria hanno vinto il primo premio di " Sport di classe " per la provincia di Cuneo

Data:

venerdì, 12 giugno 2020

Argomenti
Notizia
foto.jpg

San Defendente di Cervasca: Alunni campioni di sport, anche a distanza!

Le classi quarta e quinta della scuola primaria hanno vinto il primo premio di “Sport di classe”per la Provincia di Cuneo, grazie alle inedite ‘parole belle dello sport’ da loro stessi scritte e impersonate in fotografia

 

Gli alunni delle classi quarta e quinta della Scuola Primaria di San Defendente sono risultati vincitori, a livello provinciale, del concorso “Sport di classe. Campioni di fair play, 2019-2020”, promosso da Sport e Salute S.P.A, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

 

L’elaborato vincente, dal titolo “Le parole che parlano di Sport”, consiste in un fotomontaggio, costruito sul poster del contest, così come richiesto dal regolamento del concorso, ed è stato premiato per originalità, creatività del contenuto e attinenza al tema.

 

Per realizzare l’opera, gli alunni sono stati guidati e sensibilizzati alla scoperta del significato profondo delle parole, tecniche e speciali, dello sport, riflettendo in particolar modo in riferimento ai termini con cui si definiscono i valori dello sportivo in genere e a quelli, più specifici, del ‘fair play’ (gioco corretto).

Il progetto, condotto attraverso particolari intenti e metodi di didattica a distanza, è proseguito con la stesura di una filastrocca, originale e inedita, che raccoglie in rima lo speciale alfabeto dello sport appreso e condiviso dalle classi. Per permettere ai partecipanti di sentirsi parte attiva e protagonisti del prodotto finale da inviare alla giuria del contest, si è ovviato all’impossibilità di incontrarsi in presenza richiedendo una foto a tutti i ragazzi, in cui ritraessero il proprio volto insieme con le proprie mani nell’atto di esporre la scritta di una parola dell’alfabeto valoriale. Ne è nata un’emozionante carrellata fotografica, rigorosamente disposta in ordine alfabetico, in cui ogni alunno ha in qualche modo ‘impersonato’ una parola, bella e buona, dello spirito sportivo.

L’elaborato finale, su cui sono state inserite le fotografie dei 23 ragazzi, il testo in rima e uno speciale disegno sull’amicizia realizzato da un alunno, è stato curato in dettaglio, e ad ogni aspetto visivo del montaggio sono stati dati peso e significato: il titolo della filastrocca è stato scritto in giallo, per rimandare al colore del sole, le parole chiave sono invece state riportate in bianco, per ricordare le nuvole. Per lo sfondo centrale del poster, inoltre, i docenti hanno scelto le foto rispettivamente di un arcobaleno e di un campo: entrambi gli scatti sono stati realizzati a pochi metri di distanza dall’edificio scolastico, per dare un significato emozionale al paesaggio e agli elementi naturali in cui gli alunni torneranno a vivere la scuola in presenza, quando l’emergenza attuale sarà superata. Proprio l’arcobaleno, protagonista anche del testo in rima dedicato al contest, è divenuto simbolo di speranza, di colore e gioia, sia come auspicio di un ritorno alla normalità, sia come segno, certo ed emozionante, dell’amicizia e dei valori dello sport, che sono aspetti positivi e universali e che possono portare unione sempre, superando addirittura la lontananza.

Il premio meritato dalle classi, consistente in un buono acquisto Decatlon da investire in materiale per lo sport, è stato particolarmente gradito ed ha soddisfatto le speranze dei ragazzi e dei docenti, che hanno dimostrato di poter lavorare insieme con entusiasmo e di poter ‘essere campioni’ anche a distanza.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analizzare il traffico.

Altri dettagli